Cerca nel sito
       

SCIROCCO 2017

FESTIVAL DI CONTAMINAZIONE CINEMATOGRAFICA

Nel corso della sua dodicesima edizione, Scirocco ha proposto al pubblico 8 eventi nei mesi di luglio e agosto, circa uno alla settimana, tra concerti, proiezioni cinematografiche, musicazioni dal vivo ed eventi più sperimentali, con i quali ha promosso il gusto per l'innovazione e ha valorizzato giovani artisti locali e non. Oltre ad offrire visibilità a giovani artisti, Scirocco ha costituito per il pubblico una delle rare proposte culturali non convenzionali. Oltre a questi due preziosi risultati, attraverso Scirocco, il Circolo del cinema Effetto notte riesce a suscitare curiosità e fermento intellettuale anche nel proprio pubblico più tradizionale, da quasi vent’anni affezionato al cineforum di Pergine, e ad offrire ai turisti internazionali presenti sul territorio un’alternativa alle proposte più ordinarie. Mescolare i generi, le forme d’arte, cambiare i luoghi della fruizione, produce nuove connessioni nel cervello di chi fa arte e di chi se ne nutre, rompe gli schemi abituali e apre a nuove idee.
Sono state selezionate opere cinamtografiche di artisti indipendenti, italiani ed europei, di grande qualità: Sasha e il Polo Nord (di Rémi Chayé, animazione, Francia 2015), Vers la lune (di Alberto Stevanato e Solenn Le Marchand, animazione, Italia 2015), Cuts (di Samuele De Marchi, video arte, Italia 2017), Fonko (di  Göran Hugo Olsson, Lars Lovén, Lamin Daniel Jadama, documentario, Svezia 2016, Planet Ocean (di Yann Arthus-Bertrand, documentario, Francia 2012), musicato dal vivo da Valerio Corzani ed Erica Scherl. Solo due sono stati i titoli non europei: Cinderella (cortometraggio d'animazione, USA 1922) e Alice's Wonderland (cortometraggio d'animazione, USA 1923) del Laugh-O-Gram Studio, musicati dal vivo dal Victoria Ensemble.
Anche gli eventi collaterali e non strettamente cinematografici sono stati curati con particolare attenzione, selezionando artisti indipendenti di grande qualità: "Un castello di suoni", concerto itinerante della Compagnia d’arte drummatica di Bologna tra le opere di Roger Rigorth, fuori e dentro le mura del Castello di Pergine; "Eye in the Sky", in cui il Luca Olzer Jazz Trio ha musicato le immagini del cielo stellato osservato dal vivo, a occhio nudo e al telescopio.
La contaminazione di forme d’arte, di pubblici, di luoghi rende Scirocco eccezionalmente originale, proprio questa è la sua caratteristica principale.
Scirocco è un unicum nel sistema culturale trentino e anche al di fuori dei confini provinciali non è assimilabile ai festival di rimusicazione del cinema muto presenti in Italia e all'estero, né tantomeno ai festival cinematografici o musicali. La sua natura eclettica lo porta a favorire qualunque tipo di contaminazione tra arti visive e musicali, (quasi) senza parole. Grazie a questa caratteristica non solo offre visibilità e stimoli creativi a musicisti emergenti, ma lo fa anche per giovani filmmaker e artisti visivi di vario genere; non solo offre al pubblico un’occasione di formazione alla storia del cinema, ma rappresenta anche un invito al gusto dell’innovazione.

 
top.gif (154 byte)

Per informazioni, commenti o problemi relativi al sito contattateci attraverso l'apposito modulo  
Piazza Oderico da Pordenone, 1 sc. E - 00145 Roma  Tel/fax 06.4827358
 

.: HOME :.         .: FORUM :.         .: NEWS :.         .: LINKS :.         .: CONTATTI :.         .: FAQ :.         .: CHAT :.