Cerca nel sito
       

Festival Corti da Sogni 2015

XVI Edizione

Al teatro Rasi di Ravenna nelle giornate del 13, 14, 15 e 16 maggio 2015 si è svolto il festival internazionale di cortometraggi “Corti da Sogni”, organizzato dal circolo Sogni e dal Comune di Ravenna – assessorato alla Cultura, ufficio attività cinematografiche - con il contributo della Fondazione della Cassa di Risparmio di Ravenna e della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, il sostegno di Uicc (Unione italiana circoli del cinema) e del Ministero dei Beni Culturali. Il bando con la presentazione del concorso di cortometraggi è stato pubblicato nel mese di gennaio. I paesi rappresentati in concorso, selezionati su circa 1.900 cortometraggi giunti in selezione, sono Italia, Francia, Austria, Spagna, Germania, Irlanda, Lettonia, Svezia, Gran Bretagna, Corea del Sud, Stati Uniti, Australia, India, Porto Rico, Canada, Malesia, Quebec, Iran, Brasile, Taiwan, Giappone, Olanda, Russia, Singapore, Svizzera, Polonia, Belgio, Norvegia. Altra peculiarità della presente edizione è stata l’altissima presenza di registe candidate a conquistare i premi in concorso. Il concorso è stato promosso attraverso il sito www.shortfilmdepot.com, la stampa sia locale che nazionale, canali di informazione informatici e altri siti web. Anche quest’anno ha trovato conferma la partecipazione degli studenti della scuola media ravennate"Damiano Novello" in qualità di giuria per la sezione "Mitici Critici", dedicata alle opere che sviluppano tematiche particolarmente indicate per gli spettatori più giovani. Un docente interno, durante l'anno scolastico, ha svolto attività didattica formando i ragazzi sulle tecniche e sulle principali tematiche cinematografiche. Come da bando di concorso, i cortometraggi ammessi alla selezione potevano essere girati in qualunque formato; essere di fiction o animazione; provenire da ogni nazione (se in lingua straniera erano però richiesti i sottotitoli in italiano o in inglese). Il requisito necessario per l’ammissione era che la durata totale del corto non superasse i 30 minuti. La manifestazione ha confermato e incrementato il successo di pubblico conquistato nelle edizioni precedenti. Nelle quattro giornate ad ingresso gratuito si sono registrate 2.500 presenze e sono state superate le 1.100 nuove iscrizioni al circolo (superando così il già straordinario numero di nuovi “amici” del Sogni ottenuto nell’edizione del 2014). Numerosi sono stati gli eventi speciali della manifestazione: la consueta finestra sul cinema d’autore è stata dedicata al regista d’animazione ceco Pavel Koutský, rappresentante di una tecnica unica che lui stesso ha definito “total animation”, organizzata in collaborazione con il Bergamo Film Meeting; l’evento speciale del sabato pomeriggio ha proposto prima il lungometraggio “Paese mio” di Riccardo Marchesini, viaggio alle origini dei rocker emiliani, poi l'incontro del pubblico con il regista che, affiancato da autorevoli critici musicali, ha presentato un interessante road movie esplorando i luoghi da cui sono partiti i grandi della musica italiana, mentre il venerdì pomeriggio è stato ospite lo sceneggiatore e creatore della sderie “1992”, il ravennate Alessandro Fabbri, che ha spiegato al pubblico il monumentale lavoro che c’è alla base della serie con Stefano Accorsi andata in onda su Sky. Tutti elementi preziosi che si aggiungono al successo del concorso internazionale che ha visto in gara i corti finalisti provenienti da 28 paesi diversi. Nel corso della serata conclusiva, condotta dal giornalista Alberto Mazzotti, di sabato 16 maggio, sono stati assegnati i riconoscimenti. L’European Sogni Award è andato al cortometraggio di fantascienza Reality + della regista francese Coralie Fargeat. La giuria era composta da Chiara De Felice, Roberto Magnani, Gianluca Morozzi, Fulvia Sisti, Christina Svien e Ilaria Vesentini. Oltre al primo premio ha assegnato due menzioni speciali: una allo spagnolo Line up di Alex Julià Rich e una al cortometraggio A ciambra di Jonas Carpignano. Il circolo Sogni ha poi assegnato il riconoscimento speciale “Sogni futuri” al regista francese di 22 anni Gilles Thibault per il cortometraggio Phil che racconta, con sorprendente ironia e poeticità, l’umanizzazione di un autovelox che abbandona la sua implacabile precisione per dedicarsi all’arte della fotografia immortalando le emozioni che scorrono a pochi metri dalla sua postazione fissa. A ritirare il premio è giunta, da Parigi, l’intera troupe che ha contribuito alla realizzazione del corto. Per la categoria Sogni d’oro, la giuria dei giornalisti ha premiato Under the water del regista taiwanese Chien Nien Ko. Nell’ambito della sezione riservata ai cortometraggi d’animazione, Premio Giuseppe Maestri, il primo premio è andato all’opera, proveniente dalla Russia, We can’t live without cosmos di Konstantin Bronzit. Il premio Frequenze in corto è stato vinto dai francesi Alexis Beaumont e Remi Godin con il videoclip della canzone Sons dei Concorde. Per la giuria erano presenti Sara Ardizzoni, Edo Tagliavini e Michele Lugaresi. Mentre il pubblico presente in sala ha decretato il vincitore del sempre ambito Creatività in corto. Quest’anno il cortometraggio più votato dal pubblico è stato il francese A l’amiable di Rémy Cayuela che ha realizzato una cinica e dissacrante commedia sul rapporto tra genitori e figli. Due spietati genitori, sull’orlo del divorzio, dovranno fare i conti con le insospettabili risorse e capacità di resistenza del loro piccolo. Coordinati dalla professoressa Francesca Petrino, gli studenti della scuola media Novello hanno scelto, dopo una serie di laboratori realizzati a scuola nel corso ell’anno scolastico, il migliore dei cortometraggi che per tematiche si avvicinano di più al mondo dei giovanissimi. Il premio Mitici Critici è andato al corto, anch’esso francese, Crevette di Sophie Galibert. Infine il premio per il migliore corto italiano, menzione speciale Made in Italy, è stato attribuito dal circolo Sogni al corto Il serpente di Nicola Prosatore. Un road movie mozzafiato in cui una donna, a bordo della sua auto, cerca di sfuggire a un misterioso inseguimento nel cuore della notte. Da segnalare l’interpretazione di Antonia Truppo.

 
top.gif (154 byte)

Per informazioni, commenti o problemi relativi al sito contattateci attraverso l'apposito modulo  
Piazza Oderico da Pordenone, 1 sc. E - 00145 Roma  Tel/fax 06.4827358
 

.: HOME :.         .: FORUM :.         .: NEWS :.         .: LINKS :.         .: CONTATTI :.         .: FAQ :.         .: CHAT :.